Self-surveillance is an addiction/ Monitorarsi da dipendenza

A month of spam - click to enlarge

A month of spam - click to enlarge

(EN) I’ve just realized that personal data visualization is a new entry in the top ten of digital addictions. Collecting data about minutiae of daily life, throwing them in some software like Daytum or Mycrocosm (from the MIT Social Media Group!) and discussing about the colourful results is time consuming but, i guess, fulfilling in some way. The website FlowingData launched a Personal Visualization Project in which partecipants had to collect data about themselves or surroundings and visualize it in some way. My favourite entry (one of the winners) is called A month of Spam.

————–

(IT) Mi sono resa conto che la visualizzazione grafica e statistica di dati personali è in crescita nella classifica delle dipendenze della cultura digitale. Collezionare dati sulle minutiae della vita quotidiana, buttarli in un software mangia-dati come Daytum o Mycrocosm (realizzato dal MIT Social Media Group!) e discutere dei risultati multicolore che ne derivano, è un’attività dispendiosa in termini di tempo ma, in qualche modo, soddisfa. Il sito FlowingData ha lanciato recentemente un Personal Visualization Project nel quale i partecipanti dovevano raccogliere dati su loro stessi e ciò che li circonda per poi visualizzarli in qualche modo. Una delle mie preferite è quella intitolata Un mese di spam, in cui l’autore (che ha vinto il concorso) si è messo ad analizzare la vagonata di mail pubblicitarie che riceve ogni giorno.

About these ads

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s