Tagged: mappe

Cartograms map the real world/ I cartogrammi mappano il mondo reale

New books published in 1999 per million people

New books published in 1999 per million people

(EN) What happens when a thematic mapping variable is substituted for land area? You have the great collaborative work of the people behind Worldmapper: they developed an algorithm that allows you to see the world and the various sizes of the country therein, through various statistics. The results are comparable maps (cartograms)  whose geometry or space is distorted in order to convey the information of a chosen variable.

I’m talking about this project today because they’ve just published a book  called The Atlas of the Real World with 366 cartograms providing a  useful reference on how regions and countries compare in resources, production, consumption, and many other topics.

————

(IT) Cosa succede quando una variabile tematica va a sostituire il numero che determina la superficie di un paese in una mappa? Si crea un progetto collaborativo tra geografi, matematici e statistici, di cui non potremmo più fare a meno: Worldmapper. Insieme hanno creato un algoritmo che permette la creazione di mappe inglobando delle statistiche e facilitandone la comparazione. Si tratta di mappe chiamate cartogrammi che hanno la geometria distorta perchè dipende dalle informazioni che sono state scelte come variabile. Per esempio la mappa di questo post mostra la quantità di nuovi libri pubblicati per milione di abitanti nel 1999. L’Italia è ben evidente nella mappa, nonostante dalle ultime statistiche il 57% degli italiani dichiari di non leggere affatto.

Sto parlando oggi di questo progetto perchè è appena uscito il libro di Worldmapper dal titolo: The Atlas of the Real World, con 366 cartogrammi per comparare i vari paesi dal punto di vista delle risorse, della produzione, dell’energia, del consumo e molto altro.

Recognizing the power of maps/ Le potenzialità delle mappe in una guida

mapping for advocacy

mapping for advocacy

(EN) In a world saturated with news and advertising, information design has become a precious resource for advocacy organizations to disseminate diverse data. Tactical Technology Collective has recently published a booklet about Geographical Mapping Techniques, a useful introduction guide on how to use maps and understand their potential to spread your message.

—————

(IT) In un mondo saturo di news e pubblicità, il design dell’informazione è diventata una risorsa preziosa per le organizzazioni per diffondere dati e informazioni che supportano cause sociali. Il gruppo Tactical Technology Collective ha pubblicato recentente un booklet scaricabile in PDF intitolato Geographical Mapping Techniques , una guida introduttiva per capire e riconoscere le potenzialità dell’utilizzo delle mappe nella diffusione del vostro messaggio.

Mapping cities with Onion Maps/ Mappando le città con Onion Maps

Onion Maps - click to go

Onion Maps - click to go

(EN) More than 30 maps of cities around the world, from Amsterdam to Washington are now available in a new perspective on Onion Maps. It’s an interactive 3d with the main monuments and skyscrapers outlined in a clear cartoonish way. I love also the infographic at the bottom with the essentials info of the city (unfortunately dated 2005-> Mayor in Rome is now the far right politician Gianni Alemanno ) and the Big Mac Index!

——————-

(IT) Più di 30 mappe di città del mondo con una prospettiva tutta nuova, sono disponibili su Onions Map. Da Amsterdam a Washington attraverso un 3d interattivo semi cartoonesco, si riescono ad individuare con facilità i monumenti e i grattacieli che costellano la città. E’ curiosa anche l’infografica che l’accompagna con le informazioni essenziali, e il Big Mac Index!. Peccato che dal faccione di Veltroni si vede che non è aggiornata al 2008.

6 maps for Torino/6 mappe per Torino

Environment group map

Environment group map - Click to enlarge

(EN) Using the tools of design, a selected group of young designers of different nationalities, got together during the summer and created ComplexityMap, a project on information empowerment building maps around the city of Torino and trying to answer this question:

How can the city be made legible and comprehensible, understood as a complex organism and as a web of physical and social networks?

Starting from the assumption that the representation of the phenomena demands the gradual abandonment of classical visual languages they produced visualisations in the form of diagrams and maps of relationships, with the aim to induce a new way of viewing human-city interaction, and likely to become useful for outlining new criteria for its development.

The topics could be: health and well-being, food and new food networks, urban mobility, security and quality of life in the city, new production systems, and forms of representation of the region and its communities.

Download the PDF maps or Explore them in Flickr

—————–

(IT) Attraverso gli strumenti del design, un gruppo di designer da varie parti del mondo ha passato l’estate insieme nel progetto ComplexityMaps, creando mappe di Torino e cercando di rispondere alla seguente domanda:

Come si può rendere la città più comprensibile e decifrabile, colta in quanto organismo complesso e rete di network fisici e sociali?

Sono partiti dall’idea che la rappresentazione dei fenomeni ha bisogno di abbandonare gli strumenti classici di visualizzazione e hanno prodotto diagrammi e mappe di relazioni, con lo scopo di stimolare un modo nuovo di visualizzare le interazioni umano-città così da favorire nuovi criteri di sviluppo urbano.

Gli argomenti delle mappe potevano riguardare: salute e benessere, cibo e nuovi network del cibo, mobilità urbana, sicurezza e qualità della vita, nuovi sistemi di produzione, forme di rappresentazione della regione e delle sue comunità.

Scarica le mappe in PDF or Esplorale in Flickr

Design research in Italy on maps/Mappe della ricerca italiana di design

(EN) Maybe you didnt know but Torino is the World Design Capital for 2008. Some days ago, during the International Conference “Changing the Change”, the network of national agencies for design research presented a “white book” of Italian design research which contains cool maps describing the actors, themes, methodologies and the consequences that the researches have produced. You can find some of these maps on Flickr or download the Research in PDF or visit their video blog.

————

(IT) Forse non vi eravate accorti ma quest’anno Torino è la capitale mondiale del design. Qualche giorno fa, durante la conferenza internazionale “Changing the Change”, la rete di agenzie per la ricerca di design e altre sigle hanno presentato il primo libro bianco sulla ricerca di design che mostra gli attori, i temi, le metodologie e le ricadute che le ricerche hanno prodotto. Puoi trovare qualche mappa su Flickr o scaricare la ricerca completa in pdf o visitare il video blog che accompagna il tutto.