Tagged: documentary

A documentary on Making, living and sharing by Jens Dyvik

Documentary_jens

For two years Jens Dyvik travelled around the globe visiting more than 25 fablabs, makerspaces, hackerspaces looking for answers to crucial questions like:

  • How can I support people in creating their own products?
  • If I share my design with the world, how can I still make a living?
  • How can we achieve global collaboration and local manufacturing?

One of my fav sentences of the movie:  “simply put: personal manufacturing is a way of filling your world with more meaningful things.”

(Il video è corredato di sottotitoli in italiano grazie al supporto di Massimo Menichinelli)


Capturing reality / Catturare la realtà

Capturing reality

Capturing reality

(EN) A documentary on making documentaries. Over 30 interviews (from Werner Herzog to Laura Poitras) offer an insight on contemporary documentary crafting while reflecting on the nature of representation and the concept of truth. On the website there is also an educational guide to explore “the most serious issues facing any creator of art about real life”.

(IT) Un documentario sul fare documentari. Oltre 30 interviste (da Werner Herzog a Laura Poitras) ci regalano una panoramica sulla pratica del documentario contemporaneo, riflettendo anche sulla natura della rappresentazione e sul concetto di verità. Sul sito è scaricabile anche una Guida Educational in PDF per esplorare “le questioni più serie che ogni creatore di arte sulla vita reale deve affrontare”.

The story of the Kingsnorth Six/ La storia dei sei di Kingsnorth

Vodpod videos no longer available.

(EN) In 2007 six Greenpeace activists climbed the 220mt chimney of Kingsnorth power station to protest at the government’s plans to build a new and bigger coal-fired power station: they were accused of causing £30,000 of criminal damage. In 2008 their defence of  “lawful excuse” was accepted by the jury because they were acting to safeguard property around the world “in immediate need of protection” from the impacts of climate change, caused in part by burning coal. This green adventure inspired a great director like  Nick Broomfield to create a 20 minutes documentary  (download hi res) about it :

“Obviously offering your services for a film is not exactly direct action but it’s doing something that is long overdue. People need to feel that they need to be involved themselves directly rather than relying on other people to do it for them. I suppose this was my own little step in that direction.”

——————

(IT) Nel 2007 sei attivisti di  Greenpeace hanno scalato la ciminiera di 220mt della centrale a carbone di Kingsnorth per protestare contro i piani del governo di costruirne un’altra più grande e più inquinante: furono accusati di aver causato danni per  £30,000. Nel 2008, con grande sorpresa,  la loro strategia di difesa di “scusa legittima” fu accettata dalla giuria in quanto hanno agito sotto la spinta di un reale pericolo dovuto ai cambiamenti climatici, causato in parte dal bruciare carbone in grandi quantità. Questa avventura verde ha ispirato il regista  Nick Broomfield che ha creato un film di 20 minuti (scaricalo ad alta risoluzione) documentando l’azione e intervistando i protagonisti:

“Ovviamente offrire i i tuoi servizi per un film non è esattamente azione diretta ma almeno fa qualcosa che è atteso da tempo. Le persone hanno bisogno di sentire che c’è bisogno del loro coinvolgimento diretto invece che aspettare che altre persone facciano qualcosa per loro. Considero questo  il mio primo piccolo passo in quella direzione.”

Animated Soviet Propaganda / Propaganda Sovietica animata

Vodpod videos no longer available.

(EN) I run into this great long documentary (here’s  3 and 4) about soviet propaganda. It’s full of animated shorts starting from the twenties but also interviews with some directors still alive. One of the first one was written by Vladimir Mayakovsky who was sent to Cuba where  US corporation run the business of sugar and tobacco. He wrote  poem with his experience called Black and White and his drawings were used to produce an animated movie depicting fat priests and white business men enslaving cubans. Propaganda today is still alive and kicking in many other contests and this documentary it’s a good starting point to its strategies and how they evolved.

——————

(IT) Mi sono imbattuta in questo sorprendente lungo documentario (qui trovate la parte  3 e 4) sulla propaganda sovietica. Non si tratta dei soliti poster ma di una serie di corti animati creati a partire dagli anni ’20 insieme ad alcune interviste sia ai registi ancora viventi, sia ad altri testimoni e studiosi. Uno dei primi corti fu scritto da Vladimir Mayakovsky, inviato a Cuba nel periodo in cui le corporation americane gestivano il business dello zucchero e del tabacco. Da quell’esperienza il poeta non solo scrisse un poema intitolato Nero e Bianco ma fece dei disegni usati successivamente per produrre una storia animata sui grassi preti e bianchi uomini d’affari che schiavizzano i cubani. Le strategie messe in campo allora sono ancora attuali oggi, in altri contesti, e questo documentario è un buon punto di partenza per capire come si sono evolute.

Visual history of videogames / La storia dei videogames animata

Vodpod videos no longer available.

(EN) I was born with Pong and and  grew up with Pac Man and Donkey Kong. If you want to know more about the history of videogames and the short visual essay in my post seems like a sleek appetizer, take a look at this long documentary from Atari to Nintendo by Discovery Channel.

——–

(IT) Sono venuta al mondo con Pong e cresciuta insieme a Pac Man e Donkey Kong. Se vuoi saperne di più sulla storia dei videogames dagli anni ’70 a oggi e il breve visual del mio post è sembrato solo un aperitivo satinato, dai un’occhiata al documentario più lungo di Discovery Channel.

New growers for a new America/Nuovi coltivatori per una nuova America

young farmers movement

young farmers movement

(EN) Many people around the world are reorienting agricolture to a dimension that is small, sustainable and local. In USA the Young Farmers Movement is building a project called Serve Your Country Food to connect and map young farmers  to reclaim, restore, and resettle the deserted rural towns of America. The idea is also connected with the creators of Greenhorns, a documentary film that explores “the lives of America’s young farming community—its spirit, practices, and needs” .

—————-

(IT) Molte persone nel mondo stanno cercando di riorientare l’agricoltura verso una nuova dimensione, più piccola, sostenibile e locale. Negli Stati Uniti sta prendendo corpo un nuovo movimento chiamato Young Farmers Movement che ha dato vita a un progetto per connettere e mappare questi nuovi agricoltori. Si chiama Serve Your Country Food e ha lo scopo di rimettere in piedi le cittadine rurali ormai deserte degli States. Quest’idea è anche collegata con i creatori di Greenhorns, un documentario che esplora le vite, lo spirito, le pratiche e i bisogni di questa nuova comunità.

50 years of global warming / 50 anni di riscaldamento globale

(EN) The first documentary to denounce the problem of global warming celebrates its 50th birthday in 2008. It was produced by Bell Labs and was shown in middle school science classes throughout the sixties in USA. Unfortunately  It didnt have the power to change the mind of a generation that became more and more dependent on oil. Are we ready for action?

While Berlusconi wants to renegotiate European policy on climate due to financial crisis, some other are working on a plan demonstrating how a Green Recovery Program (check interactive map) could benefit States.

—————-

(IT) Il primo documentario a denunciare il dramma del riscaldamento globale provocato dall’inquinamento compie quest’anno 50 anni. Prodotto da Bell Labs e mostrato a partire daglii anni ’60 durante le lezioni di scienze nelle scuole americane non è riuscito a influenzare le menti di quella generazione che è diventata sempre più dipendente dal petrolio. E’ fianlmente arrivato il momento di agire? E mentre Berlusconi minaccia di voler rinegoziare le politiche europee sul clima a causa della crisi finanziara, altri stanno lavorando ad un piano per dimostrare come un Green Recovery Program (c’è una mappa interattiva) potrebbe beneficiare gli Stati che lo adottano.