Fiat Voluptas Tua – An Artwork

(testo italiano sotto)

an artwork by Zoe Romano, Giorgia Petri, Laura Migliano

DESCRIPTION

The 16th century was a time of medical revolution. Many pioneering researchers gathered new evidence from human dissections challenging accepted views on anatomy, and especially the bodies of women and men.

The 1559 edition of Thomas Gemini’s Compediosa Totius Anatomie Delineatio features a depiction of a semi-dissected female torso, and the book’s original owner  cut away a neat triangle of paper on which the vagina would have been drawn. Continue reading Fiat Voluptas Tua – An Artwork

Advertisements

Corso di Wearable ed eTextile a Milano!

Dal 9 al 24 Ottobre insieme a Giorgia Petri, tengo la prima edizione del corso di 90 ore sul tema di Wearable ed eTextiles. Il nostro è uno dei vari corsi nella sezione Digital Design & Making curati da WeMake all’interno della Fastweb Digital Academy a Cariplo Factory.

Il corso è gratuito perchè supportato da Fastweb e Fondazione Cariplo, ma è a numero chiuso: le candidature sono aperte in questa pagina.
Continue reading Corso di Wearable ed eTextile a Milano!

A distributed academy on Fashion and Tech starting in September

Fabricademy is a transdisciplinary course that focuses on the development of new technologies applied in the textile industry, in its broad range of applications, from the fashion industry and the upcoming wearable market.
After participating to the bootcamp coordinated by Anastasia Pistofidou and Cecilia Raspanti at Fablab Barcelona, WeMake Milan became one of the official nodes taking part to Fabricademy and I will also be curating the module on Circular Open Source Fashion !  Check the other modules and subscribe (deadline August31st).

Unlike other academies, Fabricademy offers an innovative distributed rather than distance educational model: students learn in local workgroups, with peers, mentors, and machines, which are then connected globally by content sharing and video for interactive classes. The individual labs are supported and supervised regionally by supernode sites with more advanced capabilities, expertise, and inventories.

Have any question? Drop me an email info(at)dazoescope.com

Workshop wearables all’ITS di Biella

 

L’ITS Tessile Abbigliamento Moda di Biella é un Istituto Tecnico di nuova generazione che propone percorsi biennali post diploma

alternativi all’università ma a essa collegati, per formare tecnici superiori in grado di inserirsi nei settori strategici del sistema economico-produttivo, portando nelle imprese competenze altamente specialistiche e capacità d’innovazione.

Il 22 Gennaio ho tenuto un workshop di introduzione ai microcontrollori e agli smart textile con un’attivitá hands-on pratica, invitata da Fablab Biella.

La galleria di immagini è consultabile sul Flickr di Wemake.

 

L’abito a energia solare. Così i wearables rivoluzioneranno la manifattura

solar fiber

(originally created and posted on CheFuturo)

Le  tecnologie indossabili sono un ambito in espansione e non esiste giorno in cui non esca un articolo che ci racconta le meraviglie del prossimo accessorio intelligente che cambierà la nostra vita. Li chiamano “wearables” e stanno diventando sempre più indossabili sia grazie alla miniaturizzazione delle componenti elettroniche, per esempio dei sensori e dei microcontrollori, ma anche sempre più invisibili perchè si “embeddano” direttamente nei tessuti. Anzi sono proprio queste ultime che rendono ancora più interessanti:

Finalmente possiamo abbandonare (almeno in parte) la plastica e il metallo e lavorare sui tessuti, magari riattivando anche tutto un percorso ditradizione manifatturiera italiana che, nonostante tutto, ancora ci invidiano.

E in  questo contesto, tutto il mondo del DIY e dell’innovazione dal basso, di gruppi informali che si ritrovano in Fablab e Makerspace ma anche di micro imprese, è molto più sperimentale e dirompente delle soluzioni preconfezionate che invece ci presenta il mondo consumer tecnologico in senso classico.

Tra le varie limitazioni che non permettono uno sviluppo compiuto di tutto il mondo dei wearables, una è sicuramente la capacità delle batterie, ossia il modo in cui alimentiamo la tecnologia che  portiamo in giro e credo che qualche indizio l’abbiamo raccolto tutti con l’esperienza dei nostri smartphone, non durano mai abbastanza.

SOLAR FIBER Uno dei progetti che potrebbe rivoluzionare il modo in cui concepiamo l’energia si chiama Solar Fiber. Si tratta di una fibra solare fotovoltaica flessibile che converte l’energia solare in energia elettrica. Il team che la sta sviluppando ha un’idea molto ambiziosa, intende realizzare un filato che può essere lavorato in tutti i tipi di tessuti, che potrà essere utilizzato in tutti i tipi di applicazioni dove attualmente vengono utilizzati tessuti, ma con il vantaggio di essere in grado di produrre  corrente elettrica. Ho conosciuto Meg Grant, una delle 4 fondatrici,  ad un summer camp sugli etextile proprio l’anno scorso. Quando mi ha raccontato di Solar Fiber ho pensato che fosse un progetto interessante non solo per l’idea in sé ma sopratutto per la modalità  in cui era nata e per come la stavano sviluppando. Invece che correre a brevettarla, erano fermamente convinti di rilasciarla in open source, perchè fosse accessibile a tutti. Continue reading L’abito a energia solare. Così i wearables rivoluzioneranno la manifattura