Sostenere l’inclusione è l’unica via per innovare in modo radicale

(english version below)

Makerspace e fablab sono stati concepiti con lo scopo principale di avvicinare le tecnologie ai cittadini e per essere utilizzati come ambienti in grado di sviluppare il pensiero critico e creativo. Abbattere le barriere all’accesso a strumenti di fabbricazione digitale come stampanti 3D, macchine a taglio laser e microcontrollori open source è una delle chiavi per aiutare a demistificare tali strumenti e per influenzare lo sviluppo tecnologico dando la possibilità alle persone di costruire un rapporto con la tecnologia più proficuo, positivo e meno timoroso. Le macchine di fabbricazione digitale rappresentano, per molte persone coinvolte nel movimento maker, i mezzi di produzione contemporanei per oggetti e dispositivi orientati alle necessità delle persone, personalizzati, generati dalla collaborazione, con il potenziale di ridefinire il ruolo dei cittadini come produttori attivi e non solo consumatori passivi di tecnologie concepite e costruite da altri. Continue reading Sostenere l’inclusione è l’unica via per innovare in modo radicale

Advertisements

Brooklyn Fashion + Design Accelerator names 23

Last February The Brooklyn Fashion + Design Accelerator  posted a list of  ‘23 Women Leading the World of Fashion Technology’ and unexpectedly I’m in, together with some of my friends and colleagues like Meg Grant, Liza Stark, Lara Grant, Kate Hartman, Ebru Kurbak, Kristi Kuusk, Irene Posch, Hannah Perner-Wilson and Mika Satomi.

Continue reading Brooklyn Fashion + Design Accelerator names 23

WeMake è nodo ufficiale di Fabricademy

La Fabricademy è un corso transdisciplinare focalizzato sullo sviluppo di nuove tecnologie nell’ambito del tessile, dall’industria della moda sino al mercato dei wearable ed etextile.
Dal suo lancio nel 2017 WeMake è nodo ufficiale del network e cura il modulo dedicato alla moda open source.

Una volta all’anno si svolge anche un bootcamp, che lo scorso maggio si è svolto a WeMake. È stata una settimana molto intensa nella quale professionisti, appassionati, innovatrici, studenti, artiste da tutto il mondo hanno popolato il nostro fablab/makerspace per seguire 40 ore di aggiornamento sulle novità nel campo della moda all’incrocio tra tecnologia, biologia e artigianato. Continue reading WeMake è nodo ufficiale di Fabricademy

Innovation and ready made in Mons

For Mons 2015, the Maison du Design organised Innovation & Ready Made, a festival that reflected on the conservation and effective use of expertise and products. The goal was to stimulate discussion about new production models, responsible innovation, sustainable development and the role we can play in our environment as citizens, designers, students and so on. Open source, the maker movement, do it yourself and 3D printing was the focus of our reflections.

Through a round table and participatory conferences, Innovation & Ready Made addressed issues related to the evolution of manufacturing technologies, new production models, the life cycle of a product and the future of industrial production in a sustainable development framework.

I took part to a debate on September 25th titled: “Manufacturing technologies, new production models and product life cycles” moderated by Giovanna MASSONI, Design Consultancy and Curator – Designstreams and together with: Continue reading Innovation and ready made in Mons

Exchanging ideas on open fashion and tech at MeshCon: podcasts are online!

meshcon14

How to reap the benefits of participatory production in the textile industry was the topic of the first edition of MeshCon taking place in Berlin last October from 10 to 15, 2014:

We are developing concepts and Free and Open Source technologies for fair and environment friendly production of garments and textiles at home and in the industry. MeshCon Berlin brings together industry representatives, fashion designers, pattern creators, knitters, textile manipulators, FOSS developers and DIY hardware makers. The event offers a place to exchange new ideas in personalized fashion and technologies in the garment production.

I was invited to give a talk, but I couldn’t travel in those days.
I suggest to listen to the recorded files in 13 podcasts of the event, and especially:

Presentation during Wearable Futures conference in London

wearable futures

 

 

Wearable Futures conference, produced by Ravensbourne and funded by The European Regional Development Fund, took place on the 10th and 11th of December 2013.

I attended the event moderating a panel and giving a short presentation around the topic of Empowerment and Wearables:

 

3 storie che dimostrano che la forza dell’innovazione non sono le tecnologie ma le persone

Articolo originariamente pubblicato su Chefuturo.

Una delle peculiarità che rendono Fablab e Makerspace di forte impatto nel contesto sociale cui sono immersi è la loro capacità di trasformare gli individui dal ruolo di passivi utilizzatori a quello attivo di Makers in grado di trovare soluzioni alle proprie necessità, dare concretezza alle proprie intuizioni.

Ciò è possibile da un canto attraverso la valorizzazione di strumenti e materiali locali, dall’altro canto attraverso una conoscenza condivisa globalmente, non per schemi generali imposti dall’alto, ma iterando in maniera continuativa teoria e pratica.

Il percorso di questa trasformazione passa attraverso la capacità di guardare ciò che ci circonda con occhi nuovi perchè, forse per la prima volta, abbiamo provato sulla nostra pelle la felicità che ci coglie quando capiamo come funzionano gli oggetti intorno a noi e riusciamo a risolvere autonomamente delle necessità nostre o di altri, senza per forza indossare l’etichetta degli esperti.

Steven Johnson in un interessante intervento a TED del 2010, con la “traduzione” in fumetti nel video qui sotto, esplora le modalità e i contesti in cui tante piccole idee si trasformano in grandi idee e come facilitare il passaggio dalle prime alle seconde.

L’obiettivo è semplice: capire come si può migliorare l’incidenza di idee rivoluzionarie sarebbe rivoluzionario in sè. Continue reading 3 storie che dimostrano che la forza dell’innovazione non sono le tecnologie ma le persone